Nascite di un giardino. Wild Facts

GRATUITO
Teatro India
Lungotevere Vittorio Gassman, 1
Roma RM
da Venerdì, 02 Ottobre, 2020 a Domenica, 13 Dicembre, 2020
  • nascita di un giardino

Prospettive dialogiche tra le nuove arti e i saperi scientifici.

Wild Facts è la prima edizio­ne del progetto triennale NASCITE DI UN GIARDINO. Si tratta di un archivio situato di pratiche composi­te, costruito e pen­sato per coltivare prospettive dialo­giche tra le nuove arti e i saperi scien­tifici. L’archivio dal vivo è propedeutico alla realizzazione di un giardino a creazio­ne partecipata ne­gli spazi esterni del Teatro India, che nasce per restare nei successivi due anni di svolgimen­to del progetto. Dar forma a un giardino, costruire il luogo in cui incontrarsi ed esporsi è una forma di do­manda rivolta all’arte, alla scienza e alla città in cui viviamo, ma è anche l’in­terrogazione di un concetto di “na­tura” che sta ces­sando di esistere – o che forse non è mai esistito. Una mutazione di uno spazio vegetale urbano, ascoltato e accolto nella selva­tichezza, disposto a forme di coabita­zioni inedite. Il progetto ripren­de ed espande le ricerche e scritture formulate durante l’isola­mento all’interno del palinsesto di Radio India. Per esso DOM– aveva composto Nau­sicaä. vivere tra le rovine: sette podcast radiofoni­ci che affrontano alcuni temi cruciali dello spazio con­temporaneo intrec­ciando relazioni possibili tra sapere scientifico, arte e attivismi. Seguendo il filo del discorso, Nausicaä muta spazio, si fa tattile e visiva – non soltanto sonora – con altre sei vite in cam­po aperto. Sei appuntamenti pubblici per condividere visioni ibride e mutevoli, mettere in tensione il rapporto tra le forme mobili delle arti e delle scien­ze, e disfare gli steccati tra le discipline. Nuclei di discus­sione e riflessione collettiva, che si svi­luppano in un trit­tico di camminate sonore, pratiche di movimento e presa di parola lungo un arco di tre giornate nei fine settimana dei mesi autunnali. Il giardino emerge dun­que più volte e senza dicoto­mie che distin­guano il mo­mento teorico dall’esercizio fisico, il fluire del pensiero e l’ascolto dell’in­terno, l’impul­so artistico dall’invenzione delle scienze. Nasce intorno alle pratiche soma­tiche di ricercat* del movimento e della danza, dalle riflessioni di filo­sof* della scienza e scienziat*: artist* e studios* che camminando e abitando la città multispecie, in­terloquiscono con il paesaggio per un corpo a corpo cari­co di futuro. Strategie di rina­scita nel cantiere di un incontro con l’urbe ancora possibile, che si muovono per cer­chi concentrici. La discussione si apre infatti in una delle sale del Teatro In­dia con i laboratori di divers* artist* della danza, e si allarga al circostante at­traverso cammina­te pubbliche che tracciano itine­rari sempre nuovi, per fare ritorno al Teatro. Esploran­do un quadrante centro-meridionale della città di Roma carico di luoghi significanti, di stra­tificazioni accumu­late, di industrie dismesse, di vuoti evidenti e di stra­de da ripercorrere, prepariamo l’abi­to urbano per un giardino che sta per esistere, ma non è ancora stato nominato. Al suo centro c’è una casa, fantastica e materiale, laboratorio mobile e archivio. Gli incontri sono scanditi in sei episodi in sei week-end da ottobre a dicembre 2020. Venerdì e sabato workshop di mo­vimento rivolto a professio­nist* della scena; domenica giornata aperta al pubblico con esplorazioni urbane, conferenze, pratiche di movimento, audio paesaggi, pranzi e cene condivise. Il progetto si con­clude con la pubblicazione di un quaderno che assembla i ma­teriali di ricerca, gli interventi, le im­magini e gli spunti emersi durante gli incontri.

Il programma degli appuntamenti potrebbe subire variazioni a seguito delle indicazioni contenute nel DPCM del 24 ottobre 2020 che prevede nuove misure per il contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19.

Il progetto è vincitore dell'Avviso Pubblico "Eureka!Roma 2020-2021-2022"

Ingresso: 

libero con prenotazione obbligatoria.

20 posti per i workshop e 40 posti per le camminate

Prenotazione obbligatoria:

-per le camminate-conferenze: atelier@teatrodiroma.net 

-per i workshop: wildfactslab@gmail.com 

A cura di: 
Associazione Culturale 4realtrue2 e Collettivo DOM-