Hidden Histories

GRATUITO
Vari luoghi
RM
da Lunedì, 14 Settembre, 2020 a Giovedì, 31 Dicembre, 2020

Festival che recupera, rivive e racconta da prospettive critiche il patrimonio della città.

Hidden Histories è un festival che, attraverso una serie di appuntamenti site-specific, tra cui performance, laboratori, talk e dibattiti pubblici, esplorazioni e camminate urbane recupera, rivive, racconta da prospettive critiche il patrimonio della città.
Roma non è il palcoscenico, lo sfondo, la cornice di Hidden Histories, ma diventa l’essenza, la materia, il metodo. Attraverso la voce di artisti e intellettuali contemporanei, stranieri e non, che con la città eterna hanno un legame di nascita, crescita o professione, il patrimonio storico e lo spazio urbano saranno riletti, ricompresi, riconsiderati secondo prospettive che mettono in luce le urgenze del presente.
La finalità è quella di promuovere una riflessione storico-culturale e socio-politica di determinati luoghi della città, musei e luoghi di aggregazione particolarmente significativi dal punto di vista delle vicende storiche che vi si sono svolte.

Varie le iniziative per approfondire anche processi storici, politici e artistici di culture e comunità marginali, stratificatisi nella babele architettonica e artistica di Roma.

Si parte il 14 settembre con il talk d’artista di Beto Shwafaty, dalle 18:30 alle 20:00 alla NABA - Nuova Accademia Di Belle Arti Di Roma.
Il suo laboratorio Gifts, Trades and Bargains. Cultural Diplomacy in the case of Brazilian Embassy at Palazzo Pamphilj, incentrato sulle forme e le vicende di colonialismo culturale, da lunedì 14 a mercoledì 16 settembre, porta i partecipanti alla scoperta delle vicende di Palazzo Pamphilj, sede dell’Ambasciata Brasiliana a piazza Navona.
Seguono poi a ottobre un’azione performativa del gruppo Stalker all’EUR; a novembre il talk d’artista con il collettivo PRINZ GHOLAM e la sua performance a dicembre presso gli spazi del Museo Nazionale Romano; sempre a novembre sarà la volta del talk d’artista e della mostra di Bankleer, residente all’Accademia Tedesca di Roma - Villa Massimo.

Hidden Histories è reso possibile grazie al sostegno e alle partnership con le seguenti istituzioni e organizzazioni: Roma Europa Festival, Museo Nazionale Romano, Museo delle Civiltà, Biblioteca Casanatense, Real Academia de Espana, British School in Rome, Circolo Scandinavo, Villa Massimo – Accademia Tedesca, IILA - Istituto Italo Latino Americano, Università di Roma Tre – Dipartimento di Architettura, NABA – Nuova Accademia di Belle Arti.

Il progetto è vincitore dell'Avviso Pubblico Estate Romana 2020-2021-2022

Il programma potrebbe subire variazioni

Ingresso: 

aperti al pubblico su prenotazione

A cura di: 
Sara Alberani e Valerio del Baglivo

Nessun appuntamento in corso