Visita con noi! - Villa Pamphilj

Partenza da
Largo di Porta San Pancrazio
Roma RM
Domenica, 6 Settembre, 2020 17:00
  • Villa Doria Pamphilj

Estate 1849: da giardino delle delizie a teatro di guerra.

Itinerario alla scoperta della città antica, moderna e contemporanea per scoprire insieme le trasformazioni della storia attraverso piccoli segni e testimonianze monumentali nell'ambito dell'iniziativa Visita con noi! - Patrimonio in Comune.

L’itinerario parte da Largo di Porta San Pancrazio e propone attraverso le testimonianze monumentali incontrate lungo la passeggiata nel settore orientale della villa, l’incontro con la realtà di due importanti ville storiche secentesche – Villa Corsini e Villa Pamphilj (poi fuse nell’unica, più vasta realtà di Villa Doria Pamphilj) – che da giardini di delizie suburbani con sapienti architetture arboree e realtà artistico-monumentali di rilievo (custodi anche di importanti collezioni d’antichità), divennero loro malgrado un inedito teatro di guerra. Le ville situate lungo il tracciato dell’Aurelia antica furono infatti per lo loro posizione strategica luoghi chiave nelle vicende belliche che videro nell’estate del 1849 la città di Roma posta sotto assedio dal potente esercito francese, deciso a stroncare l’esperimento della Repubblica Romana e a riportare Pio IX sul soglio temporale di Roma. L’infuriare dei combattimenti in quei luoghi determinò atti di eroismo e molte perdite eccellenti (un nome su tutti: Goffredo Mameli), ma anche notevoli distruzioni e ricostruzioni, che mutando la fisionomia di quelle antiche ville, le legarono per sempre all’epopea garibaldina e ai feroci scontri con i francesi.

 

Il programma potrebbe subire variazioni

Telefono: 
060608
Ingresso: 

visita gratuita con prenotazione obbligatoria 060608 (tutti i giorni dalle ore 9.00 alle 19.00)
Max 10 persone
Durata: 90 minuti
L’Itinerario si svolge interamente all’esterno. Non è previsto l’ingresso all’interno del Museo della Repubblica Romana.
Il percorso inizia dopo che i visitatori avranno effettuato il triage. È obbligatorio l’uso della mascherina.

A cura di: 
Sovrintendenza Capitolina, Zètema Progetto cultura