#RomaFF15 - Satyajit Ray

GRATUITO
Casa del Cinema
Largo Marcello Mastroianni, 1
Roma RM
da Venerdì, 16 Ottobre, 2020 a Sabato, 24 Ottobre, 2020

Proiezioni ore 18:00 e 21:00

  • Satyajit Ray

Retrospettiva su un grande cineasta.

La retrospettiva della quindicesima edizione della Festa del Cinema è dedicata a Satyajit Ray. A cura di Mario Sesti.

Da un punto di vista cinematografico, il mix di attori non professionisti e robusti interpreti, la pregnanza del paesaggio e l’aura carismatica dei corpi, la concentrazione sui bisogni primari della fame e della centralità della famiglia e della solitudine, di un passato remoto e della modernizzazione incombente, rendono l’opera di Ray simile ad una sorta di anello mancante tra quella di Rossellini e quella di Pasolini.
Prima che la politica degli autori in Europa deflagrasse nella nouvelle vague, Ray, dalla fine degli anni ‘50, diventa non solo sceneggiatore e regista dei suoi film ma anche compositore. Partecipa all’arredamento e alla costruzione delle scene attivamente come Welles a quelle dei suoi film, essendo un romanziere professionista e un artista grafico di levatura, completa i copioni e li illustra con disegni ad accompagnare i dialoghi.
Ray, la cui importanza nella cultura indiana è più vasta di quanto possiamo immaginare, ha saputo innanzitutto lavorare sul cinema come il più sincretico dei linguaggi, senza rinunciare all’eccellenza europea di maestri come Renoir (con cui lavorò) o alla più profonda cultura indiana affondando profonde radici nella musica, nella raffinatezza visiva, nell’antropologia.
Il torpore, l’apatia, il silenzio sono gli strumenti principali che i suoi personaggi usano come difesa nei confronti dell’avversità e dell’ingiustizia, di un conteso ostile e di ambizioni irrisolte, una strategia che appartiene all’Asia e che l’Occidente non riconosce. Ma la libertà con la quale ha saputo attingere senza riserve al cinema, alla letteratura, alla musica, a raffinati stili d’illuminazione e notevoli attori, parla di un artista senza limiti e frontiere che inventa con disinvolta sicurezza una lingua unica e mirabile.

Programma

Venerdì 16 Ottobre
ore 18:00 PATHER PANCHALI | SONG OF THE LITTLE ROAD | IL LAMENTO SUL SENTIERO di Satyajit Ray, India, 1955, 125'
ore 21:00 APARAJITO | THE UNVANQUISHED | L’INVITTO di Satyajit Ray, India, 1956, 110’, Bengali

Sabato 17 Ottobre
ore 18:00 APUR SANSAR | THE WORLD OF APU | IL MONDO DI APU di Satyajit Ray, India, 1959, 105′
ore 21:00 JALSAGHAR | THE MUSIC ROOM | LA SALA DA MUSICA di Satyajit Ray, India, 1958, 100’

Domenica 18 Ottobre
ore 18:00 Conversazione con Satyajit Ray con Mario Sesti e Italo Spinelli
ore 21:00 DEVI | THE GODDESS | LA DEA di Satyajit Ray, India, 1960, 93’

Lunedì 19 Ottobre
ore 18:00 KANCHENJUNGHA di Satyajit Ray, India, 1962, 102’
ore 21:00 MAHANAGAR | THE BIG CITY | LA GRANDE CITTÀ di Satyajit Ray, India, 1963, 136’

Martedì 20 Ottobre
ore 21:00 KAPURUSH | THE COWARD | IL VIGLIACCO di Satyajit Ray, India, 1965, 70’

Mercoledì 21 Ottobre
ore 18:00 ARANYER DIN RATRI | GIORNI E NOTTI NELLA FORESTA di S. Ray, India, 1970, 115’
ore 21:00 PRATIDWANDI | THE ADVERSARY di Satyajit Ray, India, 1970, 110’

Giovedì 22 Ottobre
ore 18:00 ASHANI SANKET | DISTANT THUNDER | TUONO LONTANO di S.Ray, India, 1973, 101′
ore 21:00 SHATRANJ KE KHILARI | I GIOCATORI DI SCACCHI di Satyajit Ray, India, 1977, 129’

Venerdì 23 Ottobre
ore 18:00 AGANTUK | THE STRANGER | LO STRANIERO di S Ray, India, Francia, 1991, 120’
ore 21:00 PARASH PATHAR | THE PHILOSOPHER’S STONE | LA PIETRA FILOSOFALE di Satyajit Ray, India, 1958, 111’

Sabato 24 Ottobre
ore 18:00 CHARULATA | THE LONELY WIFE | LA MOGLIE SOLA di Satyajit Ray, India, 1964, 117’

Il programma potrebbe subire variazioni

Telefono: 
06423601
Ingresso: 

Nel rispetto delle normative anti-Covid, per consentire la tracciabilità degli spettatori, si ricorda che la prenotazione del posto sul sito o sull’APP della Festa del Cinema è obbligatoria per tutti gli eventi ad ingresso gratuito.

A cura di: 
Fondazione Cinema per Roma
Note: 

Accessibilità per disabili: SI