RedReading #13 Un giorno Bianco

Teatro India
Lungotevere Vittorio Gassman
Roma RM
Sabato, 18 Luglio, 2020 21:30
  • RedReading #13

Un programma di e con Tamara Bartolini, Michele Baronio tratto dal libro dal libro Ho costruito una casa da giardiniere di Gilles Clément (ed. Quodlibet)

UN GIORNO BIANCO_dove il noi dimora in me.

RedReading è un incontro tra il teatro e la potenza di un libro. Incontro con la narrazione orale, con quelle storie che sono nate da una comunità, e che proprio attraverso il teatro, a quella comunità, ritornano. È una traduzione sentimentale e intima dell’esperienza che ha significato per noi la lettura di quel libro, con i suoi contenuti, forme e linguaggio. Attraverso una costruzione drammaturgica e sonora il testo scelto viene suonato, raccontato, fatto diventare dialogo attraverso le incursioni degli ospiti che intervengono sugli argomenti che questo tratta e sulle suggestioni che crea.
RedReading è un progetto ideato da Bartolini/Baronio che procede per cicli ed episodi. I RedReading hanno abitato teatri, festival, cortili, chiostri, biblioteche, piazze e tanto altro.

Con il RedReading#13 UN GIORNO BIANCO, Bartolini/Baronio si domanda dove stiamo andando, cosa stiamo lasciando, come vivere tra le rovine, e cos’è casa. Quali sono i residui che compongono la nostra possibilità di un Terzo Paesaggio, dove sono i luoghi marginali di cui riappropriarci perché diventino spazi di resistenza, pratiche di cambiamento, dov’è la memoria delle cose, l’io che diventa noi, i territori, la comunità, la terra su cui camminare, da nutrire, tutelare. E allora scopriamo quanto ci sia bisogno di cura e di fare cose difficili – come scrive Gianni Rodari: guardare, ascoltare, avere pazienza.

L’invito è di immergersi nel tempo dell’edificazione della casa ideale, insieme a Clèment e agli ospiti, proprio per curarne le rovine: “Il mio progetto non era quello di costruire una casa con un giardino intorno. Era semmai il contrario: volevo abitare in un giardino”. Come si impara allora a salutare ciò che abbiamo intorno, a seminare, a far tesoro di tutto, delle persone, degli animali, delle piante? È un giorno bianco e possiamo ricominciare dalla prima pietra, come dire la luna, inoltrandoci con cura da giardinieri in questo Mondo-giardino che ha origini più lontane delle nostre e così cercare, cercare e cercare ancora, e ancora seminare bellezza.

Drammaturgia Tamara Bartolini
musiche e canzoni Michele Baronio e Sebastiano Forte
suono Michele Boreggi
identità visiva Margherita Masè
con la partecipazione di Leonardo Delogu DOM- e altri ospiti
produzione Bartolini/Baronio | 369gradi
con il sostegno di Carrozzerie | n.o.t.

 

Il programma potrebbe subire variazioni

Ingresso: 
Prenotazione: 

È fortemente consigliato pre-acquistare il biglietto online su vivaticket.it (diritti di commissione 10%)
È possibile acquistare i biglietti presso i botteghini la sera stessa degli spettacoli, qualora vi sia disponibilità di posti invenduti.
Le biglietterie aprono due ore prima dell'inizio degli spettacoli.
Per assistere agli spettacoli è consigliato arrivare almeno 30 minuti in anticipo, se muniti già di biglietto.
Tutti gli spettacoli al Teatro India si terranno nell’arena esterna, pertanto il bar rimarrà chiuso per evitare inquinamento sonoro, riaprirà al termine della replica.
Il bar al Teatro India apre dalle 18.30

Scarica qui il protocollo di sicurezza anticontagio - covid 19

Scarica qui il protocollo di sicurezza anticontagio - covid 19

A cura di: 
Teatro di Roma
Note: 

Accessibilità per disabili: SI

Ingresso disabili: Via Luigi Pierantoni, 6