Progetto “ARCA”

GRATUITO
CityLab 971
Via Salaria, 971
Roma RM
Manifestazione: 
da Venerdì, 11 Settembre, 2020 a Domenica, 13 Settembre, 2020

dalle ore 17:00 alle 21:00

Esposizioni lavori, talk con gli artisti, instant shop.

A cura di Kill The Pig.

Con Sebastiano Bottaro, Alessandro Giannì, EMMEU, LNA.

Progetto “ARCA”
Il Progetto Arca pensato da Kill The Pig per la struttura CityLab971, mira a rintracciare, sottolineare ed al contempo rendere accessibili nuovi modelli di confronto tra i molteplici processi creativi degli artisti chiamati a partecipare e le più attuali dinamiche di fruizione legate al mondo dell’arte e della cultura. Uno spazio destinato a rappresentare, per l’intera durata del progetto, un perfetto luogo di confronto e scambio. Non solo un’importante ambiente di condivisione ma una più rappresentativa “Arca delle Arti”, resa possibile grazie ad un preciso modello architettonico. Dodici spazi modulabili di circa 5mq di varie forme che incarnano altrettanti micro-progetti espositivi di assoluta intimità, luoghi salvi dove l’artista potrà affrontare la propria narrazione attraverso opere, documenti d’arte, talk di approfondimento e interventi site-specific. Dodici performance che diventeranno installazioni permanenti in mostra nella collettiva finale negli spazi della struttura.
Il progetto prevede per ogni artista un tempo di circa 7 giorni per l’allestimento e preparazione del proprio spazio d’arte e per la realizzazione di quattro monotipi su gelatine per fari di cm circa 15x15. Terminata questa prima fase si procede alla presentazione del progetto suddivisa in tre giornate. Al termine delle presentazioni ogni intervento resta allestito come parte integrante del progetto per l’intera durata di ELEMENTS, con una collettiva tematica alla fine della manifestazione ed altre mostre ed installazioni site-specific da parte degli artisti coinvolti.

Associazione Culturale Kill The Pig
Kill The Pig incarna l’ideale strumento per la cura e promozione di attività artistiche e culturali su tutto il panorama nazionale ed internazionale. Incentrando l’operato sulla condivisione delle più contemporanee indagini estetiche, si adopera nella costante ricerca di spazi ed opportunità in grado di supportare il lavoro e le necessità di artisti oramai consacrati ed autori emergenti. Un percorso fruttuoso che mira alla creazione di attività condivisibili dal grande pubblico senza prescindere dal naturale approccio di studio e ricerca di nuovi processi culturali. Fine ultimo quello di consolidare i traguardi raggiunti dall’uomo attraverso le infinite possibilità dell’arte. Fondata nel 2012, vanta diverse collaborazioni con esperti d’arte, tecnici del restauro ed architetti, teologi, storici e critici d’arte.

Sebastiano Bottaro
Nasce a Noto nel 1993 e si trasferisce a Roma all’età di 20 anni, dove consegue il diploma in pittura presso l’Accademia di Belle Arti. Nella sua ricerca estetica le forme geometriche diventano necessarie a sottolineare la stretta relazione tra il Segno ed il concetto di Spazio-Tempo, combinando poche ma scelte tonalità a tratti ormai consolidati Nel suo processo artistico. Il segno ossessivo, di una mano mai stanca, diventa metronomo e scandisce la ritmica dei suoi pensieri tradotti sullo spazio bianco della tela. Dalle carte alle opere installative sino alle performance, lo spazio d’azione diventa strettamente collegato al periodo di “esistenza”; un momento in cui evoluzione e creazione di una precisa immagine sono legate tra loro dall’ordine del cosmo.

Alessandro Giannì
Nato a Roma nel 1989, ha studiato all’Accademia di Belle Arti di Roma. Dal 2013 ha esposto in varie istituzioni in Italia e all’estero, tra cui: Museo MAXXI, Museo MACRO, La Casa delle Armi e l’Istituto Svizzero (Roma); l’Istituto Svizzero (Milano), il Museo D’Inverno (Siena), la Biennale del Cinema di Venezia, il Kühlhaus Berlin (Berlino); l’American University Katzen Arts Center (Washington DC); Villa Firenze, la residenza dell’Ambasciatore Italiano negli stati Uniti (Washington DC). Nel 2014 ha preso parte al Movimento ÑEWPRESSIONISM fondato dall’artista greco Miltso Manetas che include anche gli artisti Jon Raffman, Amalia Ulman, Petra Coltright, Robert Montgomery, Harm van den Dorpel, Sylvie Fleury, Olivier Mosset. Nel 2015 ha curato una serie di mostre indipendenti insieme ad altri artisti romani della sua generazione, all’interno della Città dell’Altra Economia (Roma). Nel 2016, come direttore artistico, ha partecipato a EGH, progetto di Enrico Ghezzi ed Emiliano Montanari; in quest’occasione alcuni dei suoi lavori sono stati esposti all’interno della 73. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. L’apocalisse dell’ora, AlbumArte, Rome, is her latest solo exhibition, curated by Lorenzo Gigotti.

EMMEU
Marco Ugo (aka Emmeu) nasce a Roma nel 1986. È un artista urbano italiano che utilizza forme geometriche e colori per creare affascinanti murales in situ e lavori in studio. Nel 2012 si è diplomato all'Accademia di Belle Arti di Roma come un pittore. La sua ricerca si concentra sullo sviluppo di geometrie pure che interpreta attraverso una visione personale e con cui crea un dialogo personale tra contenuto e forma. Trasforma geometrie razionali in spazi di contemplazione in cui le intelligenze architettoniche si mescolano a mandala più intime ispirate al lavoro del Gruppo Cryptik. Un processo creativo incentrato sullo studio del tratto come contenimento di grandi volumi che costruisce e si muove all'interno delle sue composizioni.

LNA
Nasce a Roma nel 1986. Studia Architettura di interni e allestimento presso “La Sapienza” di Roma laureandosi nel 2010. Dopo la laurea si trasferisce a Londra dove troverà ispirazione per l'inizio del suo percorso artistico nel mondo della Tape Art: lo strumento perfetto per la traduzione dei suoi pensieri e l'astrazione il linguaggio ideale, assumendo una connotazione diversa a seconda dell'esigenze. Partecipa a Womart 2014/2015, mostra collettiva a Roma e successivamente a RomArt 2015, Biennale di Arte e Cultura, con Nove+1, un'opera componibile. Nel 2016 si ritrova a lavorare alla Residenza d'arte PUBBLICA presso Selci (RI) nel ruolo di curatrice e qui si dedica ai lavori di Tape Art su diversi tipi di supporto, legno, acciaio, plexiglass. Nel Dicembre del 2016 lavora per Tony and Guy di Roma iniziando un percorso per altri brand noti come New Balance, Levis, Adidas e costruendo installazioni site-specific fino al 2018. Nel 2019 partecipa ad una mostra collettiva con un opera su carta e continua ad indagare diversi tipi di supporto come plexiglass, vetro, argilla e tela.

 

Il programma potrebbe subire variazioni

Ingresso: 

gratuito con prenotazione 3926188103 contact@elementsroma.com

A cura di: 
A.M.E. Management S.r.l.