Lessico resistente. Lumi sul Mediterraneo

GRATUITO
CityLab 971
Via Salaria, 971
Roma RM
Manifestazione: 
Sabato, 26 Settembre, 2020 18:30

Sessione di ascolto musicale di Giacomo De Rinaldis.

Introduce Antonio Cecere.

L’incontro sembra essere la legge che sottende la vita musicale del mare nostrum, grande porto in cui mondi sonori apparentemente lontani si fanno vicini.
In questo itinerario esploreriamo le diverse modalità e i rischi di alcuni di questi incontri musicali nelle figure di grandi compositori, per un arco di ben tre secoli: dal 'fraintendimento' del nazionalista polacco Frédéric Chopin nei confronti della musica spagnola, luogo invece di ardite sperimentazioni sonore per il napoletano Domenico Scarlatti, alla grande opera di “unificazione” di tutta la musica europea, mediterranea e non, di J.S. Bach, per giungere infine alla fascinazione che l’antica Grecia, le chitarre spagnole e i mandolini di Napoli esercitano sul parigino Claude Debussy. Vedremo (e ascolteremo, soprattutto) come i grandi compositori europei non si siano mai accontentati delle loro tradizioni musicali nazionali, ma anzi abbiano utilizzato suoni di luoghi lontani per arricchire i propri linguaggi, aggiungendo così ancora più fascino alla loro musica.

PROGRAMMA

F. Chopin – Bolero Op. 19
D. Scarlatti - Sonate K.32, K. 1, K 208, K 119.
J.S. Bach – Partita no 5 in Sol magg.
Praeambulum
Allemande
Corrente
Sarabande
Tempo di Minuetta
Passapied
Gigue
C. Debussy - Da ‘Préludes’ (Premiere Livre)
…Danseuses de Delphes
…Les collines d'Anacapri
…La sérénade interrompue

Giacomo de Rinaldis
Diplomato in pianoforte con massimo dei voti e lode presso il conservatorio “Tito Schipa” di Lecce. Nel 2016 ha conseguito presso il conservatorio “G. Verdi”di Milano la laurea di secondo livello in musica da camera. Ha frequentato masterclass con grandi maestri tra i quali Aldo Ciccolini, Emilia Fadini, Dominique Merlet. Si è esibito in numerose manifestazioni in Italia e all’estero. Ha partecipato a diversi concorsi pianistici internazionali classificandosi tra i primi posti. E’ risultato assegnatario della borsa di studio “O.Mayro” per l’a.a. 2010/2011 per essere stato tra i migliori allievi del conservatorio di Lecce. Interessato alla produzione musicale contemporanea ha eseguito alcuni brani in prima assoluta collaborando con il compositore pugliese di Biagio Putignano e con il compositore francese di Charles Wajnberg. Nell’a.a. 2015/2016 ha frequentato l’ “International chamber music academy” di Duino con il Trio di Parma.

 

Il programma potrebbe subire variazioni

Ingresso: 

gratuito con prenotazione 3926188103 contact@elementsroma.com

A cura di: 
A.M.E. Management S.r.l.