Frammenti. Fotografie di Stefano Cigada

Museo di Roma in Trastevere
piazza S. Egidio, 1/b
Roma RM
da Mercoledì, 22 Gennaio, 2020 a Domenica, 20 Settembre, 2020

Dal Martedì alla Domenica 10:00 - 20:00

  • Frammenti. Fotografie di Stefano Cigada

In mostra 21 preziose stampe che raccontano la passione per l’archeologia di Stefano Cigada.

Il suo percorso si distingue dalla ricerca di altri fotografi contemporanei e pone l’accento su alcuni particolari delle statue antiche mettendone in risalto le parti danneggiate, ferite ancora vive che possono essere assimilate alla "carne viva".

E' la prima mostra in Italia di Stefano Cigada che, dopo anni passati all’estero come fotoreporter in ambito marino, cambia rotta, rallenta, rientra nel suo paese d’origine e inizia a cercare un’altra forma per esprimersi, sempre con la macchina fotografica, ritrovando una vecchia passione per l’archeologia.
Le opere di Cigada accompagnano lo spettatore in un viaggio nel tempo e nello spazio insieme al senso preciso di quella frazione di secondo, quando il pezzo di pietra sembra girareruotaresollevare pesorespirarepiegarsi o sospirare.

La ricerca dell’artista diventa un’ossessione: quella di far "palpitare" le statue antiche, arrivate a noi quasi mai integre, come dichiara egli stesso: "Cercando quello che manca, quello che non si vede, cercando l’infinito nel frammento".
Viaggia in tutta Europa, visita i musei per scovare le statue di cui coglie non l’interezza ma la fragilità, mettendo a fuoco la rottura, la faglia, nell’attimo in cui quel particolare "è toccato dalla luce naturale". Le immortala quando vengono colpite da un raggio di sole attraverso una finestra o una porta, le va a trovare in diverse ore del giorno, mese dopo mese, stagione dopo stagione. L’immobilità diviene movimento, la materia fredda del marmo rivive con l’inganno dell’effetto mimetico.

Telefono: 
060608
Ingresso: 

È consigliato il preacquisto dei biglietti on line o tramite call center 060608 (tutti i giorni 9:00 - 19:00) con assegnazione del turno d'ingresso.
I possessori della MIC card e gli aventi diritto alla gratuità possono prenotare allo 060608.

I biglietti (compresi i gratuiti) possono anche essere acquistati direttamente presso il museo nel rispetto delle disposizioni vigenti.
Tutte le informazioni sulle modalità d'ingresso

Lunedì
A cura di: 
Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali
Note: 

Accessibilità per disabili: SI