aMICi online - Il Foro della Pace, “polo culturale” della Roma antica

GRATUITO
ONLINE
RM
Mercoledì, 9 Dicembre, 2020 15:00

Su piattaforma Google Suite previa prenotazione allo 060608

  • Foro della Pace

Un’occasione per visitare virtualmente con la curatrice Antonella Corsaro uno dei Fori Imperiali, tra i primi musei all’aperto dell’antichità.

Nel 71 d.C. l’imperatore Vespasiano, dopo la vittoriosa repressione della rivolta giudaica, decretò la costruzione di un santuario dedicato alle Pace, detto in antico "Tempio della Pace” (in latino: Templum Pacis) o “Foro della Pace”, costituito da una grande piazza con portici, la cui costruzione terminò nel 75 d.C. Al centro del portico meridionale era l’aula di culto, affiancata da due grandi ambienti per lato. Il complesso entrò a far parte dei cinque Fori Imperiali, insieme al Foro di Cesare (46 a.C.), di Augusto (2 a.C.) di Nerva (97 d.C.) e di Traiano (112-113 d.C.). Si differenziava però profondamente da questi complessi per le sue funzioni. I Fori Imperiali erano, infatti, principalmente, luoghi di amministrazione della giustizia, oltre che sedi di biblioteche e archivi giuridici. Il Foro della Pace era invece caratterizzato, oltre che dal Tempio, dalla presenza di una ricca collezione di sculture e dipinti che, insieme ad una famosa biblioteca letteraria e scientifica (la Bibliotheca Pacis), ne faceva una sorta di grande “polo culturale”.

Numero partecipanti: 50

 

Il programma potrebbe subire variazioni

Telefono: 
060608
Prenotazione: 

gratuito con prenotazione obbligatoria chiamando il numero 060608, massimo 50 partecipanti.
Si accede alla piattaforma Google Suite con il link che sarà inviato tramite e-mail.

A cura di: 
Sovrintendenza Capitolina, Zètema Progetto Cultura